BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

A PADOVA GARA CAPOLAVORO DI FANIEL!

di Federico Dell’Aquila

Una gara da incorniciare con un clima tutt’altro che favorevole considerata la pioggia, il vento e il brusco abbassamento della temperatura di domenica 28 aprile. Eyob Faniel torna dal raduno in altura di Asmara in Eritrea schierandosi nella mezza maratona di Padova, che conclude con l’eccezionale tempo di 1h00’53”, ad un solo secondo dal keniano Sitonik William Malel. L’atleta della Polizia di Stato diventa così il quinto italiano di tutti i tempi in questa specialità, a 33 secondi dal primato italiano di Rachid Berradi datato 13 aprile 2002.

«Sono felice di aver ottenuto questa prestazione qui nella città sede delle Fiamme Oro e dove vive anche il mio coach Ruggero Pertile, team manager di Assindustria Sport (società organizzatrice della “Padova Marathon”, n.d.r.). Ad Asmara riuscivo a rispettare con grande facilità le tabelle di allenamento di Ruggero quindi sapevo di stare bene ma quanto bene non era facile da pronosticare. Tra tre settimane gareggerò nella 10 km di Manchester ma l’obiettivo dell’anno sono ovviamente i Mondiali di Doha di settembre con lo sguardo alle Olimpiadi di Tokyo 2020».

Oggi si correva anche il campionato di società di marcia su pista. Dopo la squalifica subita ai campionati italiani assoluti indoor 2019, Massimo Stano è rientrato in pista da par suo vincendo i 10 mila metri in 38’28”05, seconda prestazione all-time dietro l’immenso Ivano Brugnetti (37’58”6).

«D’accordo con il mio allenatore Patrick Parcesepe sono partito senza cronometro per curare al meglio tecnica e sensazioni di gara. Alla fine anche il cronometro fisso dell’organizzazione ha funzionato poco e davvero ho dovuto marciare senza tempo basandomi sui passaggi forniti, di tanto in tanto, dal mio coach. E’ venuto fuori un ottimo crono e non ho preso neanche un cartellino quindi sono fiducioso per i prossimi appuntamenti. Tra tre settimane a Alytus in Lituania ci sarà la Coppa Europa di marcia».

Intanto il 25 aprile doppio primato personale per Linda Olivieri e Rebecca Sartori che a Chiari sui 200 metri hanno fatto segnare rispettivamente 24”96 e 25”15 con vento nullo.

Guarda anche...

18 MAGGIO, IL METEO NON FERMA L’ENERGIA DEL RUNNING

Freddo, pioggia e vento: un meteo decisamente non ideale per una manifestazione all’aperto, ha accolto ...

A TUTTO RUNNING: A Monselice si incontrano agonismo e corsa amatoriale

Anticipato da workshop e staffetta, alle ore 18.15 inizia il primo campionato italiano di 10 ...