BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Atletica - Fiamme Oro Atletica

Atletica…

di Domenico Fontana

Atletica…

L’atletica è il mio sport, l’atletica è l’argomento attorno al quale ruota tutto questo sito, l’atletica è lo sport che la maggior parte della gente che lo legge pratica o ha praticato, l’atletica è soprattutto il fondamento di tutti gli sport.

La parola stessa che la definisce ne contiene al contempo l’essenza.
Viene infatti dal greco “athlon” che significa lotta, fatica, sforzo e tutti gli atleti sanno che si tratta di aspetti costitutivi di questo sport, dall’allenamento alla competizione.
E proprio questa componente di sacrificio fa domandare spesso “ma chi te lo fa fare?” a chi vede le fatiche quotidiane degli allenamenti senza prendervi parte e in verità almeno una volta nella carriera di ogni atleta è capitato di domandarlo addirittura a se stessi.

Ma qui ritorna in aiuto la parola greca che ha un altro azzeccato significato.

Vuol dire infatti anche premio o ricompensa e, per quanto sia difficile da spiegare questa ambiguità, la fatica stessa è la ricompensa di un atleta insieme alle vittorie e ai risultati che la fatica permette di ottenere.

Ma dove nasce questo sport e perché?

L’atletica notoriamente nasce nella Grecia antica e l’origine temporale delle gare che la contraddistinguono si perde nella notte dei tempi.
Le prime testimonianze di competizioni di questo tipo si trovano addirittura nei poemi Omerici dell’Iliade e dell’Odissea e vengono tenute per i motivi più svariati: si gareggia infatti per onorare un defunto nel corso delle cerimonie funebri, si gareggia per aggiudicarsi qualche bottino conteso o una eredità, si gareggia in onore di un ospite particolarmente gradito o importante.
In breve tempo però le competizioni fisiche assumono dei contorni definiti e una tale importanza da diventare nel mondo greco il riferimento per tenere conto degli anni con le Olimpiadi, un termine temporale di 4 anni che scandiva ogni aspetto della vita dei Greci.

In realtà l’Olimpiade era solo la più importante delle competizioni atletiche dei Greci.
Infatti i Giochi Panellenici (Giochi di tutti i Greci) erano ben 4:
-l’Olimpiade il primo anno in onore di Zeus ad Olimpia
-i giochi Nemei o Nemeani in onore anch’essi di Zeus a Nemea e i giochi Istmici in onore di Poseidone a Corinto venivano tenuti entrambi nel secondo e nel quarto anno del periodo tra una e l’altra olimpiade
-i giochi Pitici in onore di Apollo si tenevano a Delfi ogni terzo anno dell’olimpiade.
Le gare che si tenevano sono molto variate nel corso del tempo con poche importanti eccezioni.

La gara regina era lo Stadio, ossia correre semplicemente in rettilineo dall’inizio alla fine dello stadio le cui misure però non erano ben definite dato che andavano dai 180 ai 192 metri in base al luogo in cui si teneva la gara: più o meno i 200 metri odierni.

La gara doppia, i nostri 400 metri si chiamavano Diaulos che, per quanto ogni quattrocentista veda il diavolo in questa gara, in greco voleva solo dire “andata e ritorno”!!

Poi il Dolicos, più o meno i 5000 odierni.

Il lancio del Disco e del Giavellotto erano sempre presenti con il primo ritenuto una delle gare più prestigiose insieme allo Stadio.

Ad intermittenza sembra si tenessero gare di salto in lungo o in alto, gare di lotta e, nelle edizioni più tarde, addirittura competizioni teatrali o poetiche equiparate a quelle sportive.
I partecipanti potevano essere solo Greci, ma essere Greci non ha nulla a che fare con la Grecia odierna: era una questione di etnia, di lingua e di cultura.
I Greci infatti andavano da Cipro e le coste oggi turche del mare Egeo fino a Marsiglia e le colonie greche nell’odierna Spagna.
La Magna Grecia (Sicilia, Calabria e Puglia di oggi) essendo molto popolata faceva spesso man bassa di corone e di vittorie e in alcune città vi erano proprio scuole professionali dedicate alle varie discipline.
La vittoria infatti portava enorme prestigio e gloria eterna sia al vincitore sia alla sua città che spesso investiva anche ingenti risorse nella formazione e nel mantenimento dei suoi campioni anche dopo la fine della loro carriera garantendogli rendite e mantenendoli fino alla morte.

Curioso è il fatto che gli atleti dovessero necessariamente gareggiare nudi.

Racconta infatti una leggenda che questa fosse una contromisura per poter essere certi che a gareggiare non vi fossero donne, dato che pare che ai giochi Nemei, quando ancora c’erano i vestiti, una donna avesse partecipato fingendosi uomo ed ottenendo buoni risultati nello sdegno generale degli spettatori!!!
Altra curiosità è che gli atleti erano così venerati che il loro sudore veniva raccolto in boccette e venduto come potente afrodisiaco!!!
Inoltre già nelle competizioni antiche vi erano delle pratiche considerate dopanti e pertanto vietate (con relative squalifiche), anche se legate più alla magia e alla suggestione piuttosto che a sostanze effettivamente utili alle prestazioni.
L’atletica era perciò centrale nella vita della città e influenzava addirittura la politica: infatti durante lo svolgimento dei Giochi panellenici le guerre venivano sospese e anche gli atleti del “nemico” potevano tranquillamente partecipare alla competizione senza alcun timore.

E forse questo è l’aspetto migliore dell’atletica antica che bisognerebbe recuperare: lo sport, la competizione sana e le regole vengono prima, sono sacre.

Oggi troppo spesso lo sport e l’atletica sono utilizzati come veicolo e megafono per messaggi politici, battaglie personali o addirittura come bersaglio di attacchi terroristici, snaturando del tutto il senso che aveva quando è stato inventato.

 

di Domenico Fontana Atletica… L’atletica è il mio sport, l’atletica è l’argomento attorno al quale ruota tutto questo sito, l’atletica è lo sport che la maggior parte della gente che lo legge pratica o ha praticato, l’atletica è soprattutto il fondamento di tutti gli sport. La parola stessa che la…

Review Overview

Fiamme Oro Atletica

Atletica...

User Rating: 4.9 ( 1 votes)
0

Guarda anche...

ASSOLUTI INDOOR: SI PARTE!

di Federico Dell’Aquila Mancano poche ore ad Ancona all’inizio dell’edizione n. 50 dei campionati italiani ...

Fossano 2014 - Fiamme Oro Atletica

Enrico Demonte vola sui 200m del Meeting Internazionale di Fossano

Si è conclusa da poco la seconda edizione del “Meeting Internazionale Città di Fossano” (13 ...