BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Codice Etico Sportivo - Fiamme Oro Atletica

Codice Etico Sportivo

Art. 4
Doveri per gli atleti

Fermo restando gli obblighi derivanti dali’appartenenza alla Polizia di Stato, gli atleti dei Gruppi Sportivi della Polizia di Stato Fiamme Oro si impegnano ad assimilare ed a rispettare le regole del fair play ed in particolare i principi generali indicati nell’articolo 2 del presente codice, sia negli allenamenti che nelle competizioni.

In tal senso, tutti gli atleti devono perseguire il risultato sportivo ed il proprio successo personale nel rispetto dei principi previsti dal presente Codice di Etica Sportiva.
Gli atleti si impegnano, altresì, ad avere un comportamento che costituisca un modello positivo, basato su una corretta etica dello sport, per i giovani.
In particolare, tutti gli atleti dei Gruppi Sportivi della Polizia di Stato “Fiamme Oro” devono impegnarsi:

  • ad onorare lo sport e le sue regole, comportandosi sempre e comunque secondo i principi di lealtà e correttezza;
  • a tenere un comportamento esemplare in gara e negli allenamenti;
  • a rifiutare ogni forma di doping;
  • ad astenersi dal compiere, con qualsiasi mezzo, atti diretti ad alterare artificiosamente lo svolgimento o il risultato di una gara;
  • ad astenersi da qualsiasi condotta suscettibile di ledere /’integrità fisica elo morale degli avversari, a rispettare gli stessi, i loro staff tecnici e dirigenziali;
  • a rispettare gli ufficiali e giudici di gara nella convinzione che ogni decisione è presa in buona fede ed obiettivamente;
  • ad adottare iniziative positive e/o comportamenti atti a sensibilizzare il pubblico delle manifestazioni sportive al rispetto degli atleti, delle squadre avversarie e dei relativi sostenitori;
  • ad astenersi dall’esprimere giudizi lesivi della reputazione, dell’immagine e dignità personale di altre persone o organismi operanti nell’ordinamento sportivo;
  • a rendersi disponibili a partecipare ad ogni iniziativa societaria volta alla promozione dello sport, dei suoi valori e principi etici, o comunque con finalità di carattere sociale ed educativo.

Art. 5
Doveri per lo staff tecnico

Lo staff tecnico deve trasmettere ai propri atleti valori come rispetto, sportività, civiltà ed integrità che vanno al di là del singolo risultato sportivo e che sono il fondamento stesso dello sport.
II comportamento dei tecnici deve essere sempre corretto nei confronti di tutte le componenti: atleti, colleghi, arbitri, dirigenti, genitori, tifosi. Inoltre, devono considerare come propria responsabilità la trasmissione dei suddetti valori, impegnandosi al rispetto dei seguenti principi: promuovere lo sport e le sue regole esaltandone i valori etici.

  • Tenere un comportamento esemplare, comportandosi secondo i principi di lealtà e correttezza, che costituisca un modello positivo per tutti gli atleti;
  • Non premiare comportamenti sleali ne adottarli personalmente;
  • Non compiere in alcun modo atti diretti ad alterare artificiosamente lo svolgimento o il risultato di una gara oad assicurare a chiunque un indebito vantaggio;
  • Rispettare gli ufficiali e giudici di gara nella certezza che ogni decisione è presa in buona fede ed obiettivamente;
  • Segnalare agli organi direttivi preposti ogni situazione di conflitto di interessi anche solo apparente;
  • Sostenere e partecipare ad ogni iniziativa societaria volta alla promozione dello sport, dei suoi valori e principi etici, o comunque con finalità di carattere sociale ed educativo.
  • Evitare atteggiamenti vessatori o esageratamente punitivi;
  • Evitare di suscitare nei giovani aspettative sproporzionate alle proprie effettive potenzialità;
  • Procedere, nella formazione delle squadre giovanili, alla selezione degli atleti tenuto conto non soltanto dei risultati sportivi elo della condizione fisica bensì anche dell’impegno dimostrato, della condotta tenuta, del rispetto delle regole e delle persone.