BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

DALIA KADDARI: È ORO CON RECORD! BRONZO PER SACCHETTO E OKI

di Federico Dell’Aquila

Hanno riservato un crescendo di emozioni i campionati italiani indoor juniores e promesse, che si sono appena conclusi ad Ancona. La giovane atleta delle Fiamme Oro Dalia Kaddari si è laureata campionessa italiana juniores sui 200 metri, stracciando il primato italiano indoor dei 200 metri juniores che già le apparteneva. Dalia ha pennellato un giro perfetto, fermando il cronometro su 23”85, 8 centesimi al di sotto del suo precedente primato. Dopo essersi migliorata in questo inizio di stagione sui 60 metri ad Iglesias con 7”40, il record sui 200 metri era nell’aria e Dalia non ha tradito le attese.

«Sono davvero contenta di aver corso così forte su questo anello che mi piace molto e ancora di più di averlo fatto con la maglia delle Fiamme Oro. Quest’anno mi sono allenata bene a Tenerife con le altre ragazze della staffetta 4×100. Stiamo lavorando già in funzione Olimpiadi e sono felice di essere parte di questo gruppo allargato. Dopo il 7”40 sui 60 metri gareggerò di nuovo su questa distanza vediamo se agli Assoluti del 23-24 febbraio o, negli stessi giorni, a Minsk con la maglia della Nazionale giovanile».

Già nelle batterie quella di Dalia era stata un’autentica passeggiata vittoriosa conclusa in 24”20.

Tra gli juniores sempre sui 200 metri bella prova anche per Nazareno Sacchetto che sale sul terzo gradino del podio, chiudendo in 21”95, dopo aver vinto la sua batteria in 21”92, siglando il secondo miglior tempo dietro un ritrovato Federico Giuglielmi (21”45), poi degno vincitore della rassegna. Nella prima giornata Nazareno Sacchetto sui 60 metri aveva iniziato molto bene vincendo la terza batteria in 7”08 per poi giungere secondo in semifinale con 7”00. Complice una partenza non eccezionale, in finale non era riuscito poi ad andare oltre il quinto posto correndo in 7”05.

Nella giornata odierna nella finale dei 60 ostacoli promesse ha strappato un buon terzo posto con il primato stagionale di 8”45 Desola Oki lei che in batteria aveva vinto in 8”57 per poi ripetersi in semifinale con 8”50.

Nel salto in alto Lorenzo Pezzolato non è andato oltre il 1.85 metri, chiudendo al 10° posto mentre nel lungo la sua gara si era conclusa purtroppo con tre nulli. Nei 5000 metri di marcia juniores Enrico Disarò ha chiuso al 15° posto in 24’51”75.

Intanto ieri nel “World Athletics Indoor Tour” di Torun (Polonia) nei 60 ostacoli Hassane Fofana ha centrato il suo primato stagionale con un buon 7”73 in finale, migliorando ulteriormente il suo 7”77 della batteria. Dopo una striscia continua di ottime prestazioni, nel frastuono del palazzetto Luminosa Bogliolo invece non ha sentito distintamente lo sparo chiudendo la batteria con 8”24. Si è fermata a 1.78 metri nell’alto infine Desiree Rossit, in una gara test con rincorsa ridotta a Dortmund.

(Foto di FIDAL MUTI/FIDAL)

Guarda anche...

TRIS DI FIAMME ORO A SAN SILVESTRO

di Federico Dell’Aquila Fine dell’anno all’insegna delle corse su strada sulla classica distanza dei 10 ...

“INCONTRA I CAMPIONI FIAMME ORO” 2019

di Federico Dell’Aquila Il racconto della stagione agonistica attraverso le immagini, i suoni, le emozioni ...