BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Daniele Greco 2017 - Fiamme oro Atletica

Fiamme d’Oro con Folorunso, Chesani e Bianchetti

di Federico Dell’Aquila

Seconda giornata dei campionati italiani assoluti e altre vittorie pesanti per il gruppo sportivo della Polizia di Stato.

Nell’alto per Silvano Chesani è tutto facile. Per lui 2.13 alla seconda prova, poi 2.16, 2.19, 2.22, tutte misure alla prima. Quindi una piccola esitazione a 2.25 – superato alla seconda – e due buoni tentativi, ma senza esito, a 2.30. Poco male: l’oro è suo così come il minimo di partecipazione per gli Europei indoor.

«L’obiettivo era ottenere il pass per Belgrado. Saltato 2.25 ho deciso di provare direttamente 2.30 per avere nuovamente l’abitudine a quelle misure. Sto bene, ci vediamo agli Europei!».

Nei 400 metri Ayomide Folorunso si conferma campionessa italiana, dimostrando sul campo tutto il suo valore. Ayo sta iniziando ad assimilare i carichi di lavoro della stagione invernale e la condizione è in crescita. Oggi per lei un buon 53”38 con un passaggio a metà gara in quarta posizione in 25”5 e una progressione inesorabile che ha lasciato sul posto le avversarie.

L’ultima gara dei concorsi, quella del getto del peso, è stata molto combattuta. Alla fine ha prevalso Sebastiano Bianchetti, superato al quinto lancio da Daniele Secci (19.18), atleta a sua volta scavalcato dal nostro Sebastiano all’ultimo lancio e per un solo centimetro (19.19). Questa è la sua serie d’oro: 18.85 – x – 18.51 – 18.90 – 19.06 – 19.19.

Nella stessa gara sfiora il podio Andrea Caiaffa che, con 17.29, conclude al quarto posto e migliora il suo primato.

Buone notizie anche dal salto triplo che ha visto il ritorno su buone misure di Daniele Greco. Sulla pedana di Ancona l’ex campione europeo indoor ha effettuato una gara test con rincorsa non completa. Prova superata per lui che è planato a 16.41 metri, cogliendo l’argento e ottenendo il minimo di partecipazione per gli Europei di Belgrado.

«Ho ripreso ad allenarmi al meglio da due mesi…sono ancora un po’ indietro di condizione. Senza aver mai gareggiato nel 2017, precauzionalmente abbiamo deciso di saltare con 6 appoggi in meno. Ora però si va a Belgrado e si farà sul serio: tornerò alla mia solita rincorsa!».

C’era molta attesa anche per la finale dei 60 metri che vedeva tra i favoriti il campione in carica Michael Tumi. In una gara nervosissima con una falsa partenza dubbia e un “al tempo” non è arrivato l’oro ma un prezioso argento con 6”69 dietro Massimiliano Ferraro (6”64). Tumi aveva vinto la quarta batteria in 6”75, facendo segnare il miglior tempo. La seconda semifinale lo aveva visto scattare dalla sesta corsia, dove aveva ripetuto il tempo al centesimo. E poi la finale che vi abbiamo raccontato.

La gara dei 800 metri si è conclusa invece con un ritiro per Laura De Marco che comunque può dirsi soddisfatta del suo campionato italiano dopo il quinto posto sui 1500 metri della prima giornata.

Gli Assoluti di Ancona si concludono così con una ricca collezione di medaglie per le Fiamme Oro: 5 ori (Jacobs nel lungo, Fofana nei 60 ostacoli, Folorunso nei 400 metri, Chesani nell’alto, Bianchetti nel peso); 4 argenti (Minei nei 5000 metri di marcia, Furlani nell’alto, Tumi nei 60 metri, Greco nel triplo).

(foto di COLOMBO/FIDAL)

Guarda anche...

jacobs - Fiamme oro Atletica

Poker d’assi Fiamme Oro

di Federico Dell’Aquila Dopo l’impegno infrasettimanale di Banska Bystrica (Slovacchia), che ha visto Silvano Chesani ...

folorunso - Fiamme Oro Atletica

Caccia all’oro per Folorunso e Bianchetti

di Federico Dell’Aquila Dopo l’anticipo padovano con i campionati italiani di prove multiple, la grande ...