BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

FOFANA MONDIALE, 2 ORI UNDER 23 AI CAMPIONATI ITALIANI

di Federico Dell’Aquila

Un altro weekend da leoni per gli atleti Fiamme Oro in gara in meeting internazionali e nei campionati italiani juniores-promesse. L’apertura è tutta per Hassane Fofana che, sabato 3 febbraio a Magglingen, ha abbattuto la barriera dei 7”70, centrando lo standard di qualificazione per i Mondiali indoor sui 60 ostacoli con 7”69. Saranno quindi due gli ostacolisti delle Fiamme Oro che voleranno a Birmingham per la rassegna iridata, che si svolgerà in Gran Bretagna dal 3 al 5 marzo: Hassane Fofana (7”69) e Paolo Dal Molin (7”68). Sono ancora alla ricerca dello standard, invece, Ayomide Folorunso e Michael Tumi, che hanno gareggiato il 3 febbraio a Karlsruhe (Germania) nella prima tappa dello IAAF World Indoor Tour. Qui Ayomide ha ottenuto un ottimo secondo posto sui 400 metri con il crono di 53”32.

«Ho esordito con lo stesso identico tempo dell’anno scorso ai campionati italiani promesse quindi non è male. Peccato, però, non aver sfruttato meglio quest’opportunità per limare qualche decimo… le sensazioni sono buone sono quindi speranzosa per la prossima uscita, che sarà tra due settimane ai campionati italiani assoluti».  

Un po’ di amarezza invece per Michael Tumi, che ha ottenuto 6”68 sui 60 metri.

«Purtroppo sono stato il primo escluso dalla finalissima per un solo centesimo. Buone le sensazioni sulla seconda parte di gara, da sistemare invece qualcosa nella prima».

Siamo in debito infine del racconto dei campionati italiani under 20-23 di Ancona, dove il bottino cremisi è stato di due ori promesse grazie ai reatini Sebastiano Bianchetti e Erika Furlani. L’oro nel getto del peso è stato piuttosto combattuto poiché Bianchetti ha dovuto piegare la resistenza di Leonardo Fabbri, quest’anno miglioratosi fino a 19.95 metri. La gara si è risolta all’ultimo lancio con Sebastiano che ha prevalso 19.26 metri contro 19.19 metri.

Erika Furlani, invece, ha vinto l’oro nell’alto promesse senza rivali, toccando quota 1.86 metri e migliorando di un centimetro il primato stagionale. L’atleta Fiamme Oro ha poi provato senza successo 1.88 metri.

 Sui 60 ostacoli juniores delusione invece per la grande favorita Desola Oki che, dopo aver ottenuto 8”56 in batteria e 8”49 in semifinale, è partita nettamente in falsa partenza, subendo la squalifica.

Ottima gara per Michele Disarò, sesto con il suo record nei 5000 metri di marcia juniores (22’40”48) così come davvero brava è stata Martina Rigoni, che ha migliorato se stessa nella semifinale dei 60 metri con 7”74, giungendo ottava in finale, stesso piazzamento centrato sui 200 metri (primato personale in batteria con 25”23).

Negli 800 metri Alice Bagarello è decima in 2’16”35, mentre Soemi Frasson ha realizzato il suo record di 2’18”62, arrivando al 13° posto. In chiusura Lorenzo Egidi nel peso ha lanciato 12.86 metri (15° posto).

Guarda anche...

Run-King

Avete sentito della rivoluzione in atto nel mondo dell’atletica? No?Ebbene siamo qui per questo. Da ...

LE GIORNATE DELLO SPORT A MONSELICE

di Federico Dell’Aquila Si sono concluse lo scorso weekend le Giornate dello sport, a cui ...