BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Trieste 01/07/2017 Campionati Italiani Assoluti 2017- foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

FURLANI – BIANCHETTI D’ORO

di Federico Dell’Aquila

Salti e lanci da incorniciare nella seconda giornata di Trieste, con grandi protagonisti gli atleti delle Fiamme Oro. Su tutti Erika Furlani, vincitrice del titolo italiano assoluto dell’alto con 1.88 metri e Sebastiano Bianchetti, oro nel peso con 19.74 metri. Di seguito il racconto delle gare.

Erika Furlani entra in gara a 1.80 metri, superato alla prima prova, per poi ripresentarsi in pedana ad un 1.84 metri dove lascia tutti con il fiato sospeso fallendo le prime due prove. Non la terza, però! Nessun errore a 1.86 metri e 1.88 metri, che, valicato alla seconda prova, le regala la vittoria. Infine due prove senza esito a 1.90 e una ad 1.94, misura che, se valicata, avrebbe rappresentato lo standard per i Mondiali, misura che proverà ad avvicinare ai campionati europei under 23 di Bydgoszcz (13-16 luglio).

In un 1-2 da knock-out, l’argento è appannaggio ancora del gruppo sportivo della Polizia di Stato grazie a Desiree Rossit, per una porzione di gara anche al comando avendo superato 1.84 e poi 1.86 alla prima prova. Dopo una stagione condizionata dagli infortuni, Desiree ritrova la condizione proprio a questi campionati italiani. E ora chissà che non possa salire ancora sulle misure che le competono.

Tornando al racconto del getto del peso, Sebastiano Bianchetti fa una gran bella gara. Dopo un primo lancio nullo piazza un buon 19.15 e, a seguire, 19.27 metri, con cui rimane in testa fino al penultimo lancio, quando viene scalzato da Fabbri, al personale con 19.33. All’ultimo lancio in assoluto della gara, Bianchetti si prende l’oro con 19.74 metri, non lasciando diritto di replica agli avversari. Nella stessa gara Andrea Caiaffa chiude quinto con 17.47 metri.

Passando ai 110 ostacoli, ad Hassane Fofana sfugge il sesto titolo italiano assoluto, dopo una lotta spalla a spalla con Lorenzo Perini, che fa segnare 13”54 con vento oltre alla norma (+3.0). Il campione delle Fiamme Oro è d’argento con 13”81 e la consapevolezza che con qualche ostacolo abbattuto in meno avrebbe potuto giocarsi la vittoria.

Nel giavellotto Roberto Bertolini è anche lui sul secondo gradino del podio con 76.02 metri, a poco più di un metro da Mauro Fraresso (77.36) e con una bella serie: 72.52 – 75.25 – 70.39 – x – x – 76.02. Nei prossimi giorni gareggerà ancora perché sa che la condizione è in crescita. Nel martello si conferma seconda forza d’Italia Francesca Massobrio con la misura di 59.69 metri, dietro l’irraggiungibile Sara Fantini (66.81 metri).

Nella finale di salto in lungo, dopo il 7.58 metri della prima giornata Alessio Guarini chiude settimo con 7.50 metri mentre nelle semifinali dei 100 metri Giulia Riva non riesce a fare meglio della batteria (12”17), restando fuori dalla finale con 12”25.

Oggi giornata di chiusura con Marco Bortolato nel martello (ore 16.00), Laura De Marco nei 1500 metri (ore 18.00), Nazzareno Di Marco nel disco (ore 19.00), Andrea Sanguinetti (ore 19.25).

Diretta streaming su www.atletica.tv e su RaiSport dalle ore 18.00 alle ore 21.00.

(Foto FIDAL COLOMBO/FIDAL)

Guarda anche...

I MIGLIORI GIOVANI FIAMME ORO 2020

di Federico Dell’Aquila Inauguriamo il 2021 con un resoconto sui migliori risultati 2020 dei giovani ...

ZENONI E RACHIK, SI ARRUOLANO! CONOSCIAMOLI UN PO’ MEGLIO…

di Federico Dell’Aquila Dopo tanta attesa, è arrivato il grande momento. Marta Zenoni e Yassine ...