BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

IL RICORDO DI FRANCESCO PERRONE

di Federico Dell’Aquila

Campione mondiale militare nel 1957 ad Atene, sei volte campione italiano assoluto tra 5000, 10000, cross e maratona, oro nella Cinque Mulini del 1959, oltre che atleta ai Giochi Olimpici di Roma 1960, Olimpiade in cui ha avuto l’onore di portare la fiaccola olimpica. Francesco Perrone era un grande atleta. Se n’è andato il 27 aprile scorso all’età di 89 anni. Con De Rosso ha condiviso gli albori del gruppo sportivo della Polizia di Stato ma come Sabia è stato stroncato da quel coronavirus Covid-19 che tante vittime sta mietendo in Italia e nel mondo. Noi vogliamo, però, ricordare Francesco da vivo, attraverso le parole di chi lo ha conosciuto da vicino.

«Ci siamo incontrati nel 2009 ad una mostra di foto d’epoca dove c’erano alcune sue foto. Francesco amava raccontare la sua esperienza di campione nello sport, poi affermatosi anche nella vita. Era un fiume in piena! Gli piaceva stare tra i giovani e in effetti mi disse che andava spesso nelle scuole e in gare podistiche come testimonial. Da allora nacque una bella amicizia e furono molti gli incontri a cui prendemmo parte insieme».

A parlare è Angelo Arcobelli, presidente di “Res Publica Cilinara”, associazione culturale di Cellino San Marco che si occupa di riscoprire le grandi storie degli abitanti di questo paese del brindisino.

«Francesco si dilettava a correre nelle feste patronali di paese ed era davvero un portento: a piedi scalzi le vinceva tutte! Così quando aveva 19 anni il sindaco di Cellino Biagio D’Agostino gli diede 5.000 mila lire per pagarsi il treno per Foggia, dove corse la sua prima gara ufficiale. Fu notato da Pietro Martinelli delle Fiamme Oro e si arruolò in Polizia. Cominciò così la sua avventura nella grande atletica, che ebbe il suo apice da tedoforo olimpico e da protagonista della Maratona dei Giochi di Roma 1960. Un’emozione che gli era restata fortissima nel cuore».

Noi vogliamo ricordarti così, Francesco, nel pieno della tua attività sportiva.  A te va l’ultimo saluto delle Fiamme Oro e della Polizia di Stato.

Guarda anche...

ATLETICA: L’IMPORTANZA DELL’ALLENAMENTO MENTALE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Dopo il buon senso, le nuove norme igienico sanitarie e le restrizioni progressive arriva il ...

BOGLIOLO E FOFANA IN POLONIA KADDARI AI NAZIONALI IN MAGLIA CREMISI

di Federico Dell’Aquila Comincia un altro weekend di gare per gli atleti Fiamme Oro. Nella ...