BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Ancona 15-17/02/2019 Campionati Italiani Assoluti indoor - foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

IL RITORNO DELLA RIVA, IL TITOLO DI BERTOLASO, GLI INFORTUNI DI TUMI E GRECO

di Federico Dell’Aquila

E’ un weekend di forti emozioni quello che si è appena concluso. In positivo e, ahimè, in negativo. Cominciamo dalle belle notizie.

Messi da parte gli infortuni e gli acciacchi, ad Ancona è riemerso il talento cristallino di Giulia Riva che ha realizzato il suo primato sui 200 metri indoor con 23”74, correndo per la prima volta sotto i 24” al coperto, crono che si colloca al 4° posto tra le sue prestazioni all-time dopo due 23”30 e un 23”71, tutti all’aperto, che risalgono al 2015. Ad Ancona Giulia ha sopravanzato la velocissima Irene Siragusa, componente della staffetta veloce azzurra del primato nazionale nel 2019. Un segnale davvero incoraggiante. La parola, oggi va a lei.

«Sono contenta. Gli italiani indoor non sono in programma ma mancavo da troppo tempo dal clima agonistico e abbiamo deciso di fare alcune gare test, anche perché già ad aprile ci saranno le prime competizioni importanti. Se riuscirò a trovare una corsia in un grande meeting internazionale farò ancora un 200, altrimenti punterò al primato sui 60 metri dato che in allenamento sto correndo forte anche sulle distanze più brevi».

Dopo la straordinaria vittoria nella BOclassic Alto Adige di San Silvestro, Eyob Faniel conferma la sua crescita costante vincendo la mezza maratona di Siviglia con lo straordinario 1h00’44”, terzo crono italiano all-time dopo l’1h00’20” di Rachid Berradi e l’1h00’24” di Marco Mazza, tempi corsi entrambi a Milano nel lontano 2002. Ora il primo “bersaglio grosso” dell’anno è la maratona di Siviglia del 23 febbraio, gara in cui punterà al minimo olimpico di 2h11’30”, lui che ieri è stato frenato da un fastidio muscolare dal 5° chilometro in avanti che non gli ha permesso di correre completamente sereno. Gli accertamenti odierni fortunatamente hanno permesso di catalogare l’accaduto in “affaticamento muscolare” ed Eyob è ora in partenza per l’Eritrea per preparare al meglio il nuovo appuntamento di Siviglia.

Sui nostri social abbiamo già pubblicato il video della batteria di Luminosa Bogliolo, che a Modena ha affrontato le barriere dei 60 ostacoli per la prima volta in questo 2020, uguagliando il suo record di 8”10 e confermando lo standard per i Mondiali indoor di Nanchino (13-15 marzo). In finale non si è migliorata, complice anche un fastidio muscolare che non le ha permesso di affrontare con la giusta decisione gli ostacoli. Un esordio così, però, fa ben sperare.

Molto veloce sui 60 metri è andata la giovanissima Dalia Kaddari che ad Iglesias è diventata la terza juniores d’Italia di sempre con 7”40. Restando in tema di indoor ad Ancona ha rotto il ghiaccio con 18.98 metri Sebastiano Bianchetti mentre Linda Olivieri si è ben difesa sui 200 metri correndo in 24”77 e facendo segnare 55”91 sui 400 metri. Hassane Fofana ha infine siglato un buon 7”83 in finale sui 60 ostacoli. Positivo è anche il sesto posto di Yeman Crippa alla “Cinque Mulini”.

Siamo poi in debito del racconto dei campionati italiani paralimpici, gara in cui il nostro Mario Alberto Bertolaso tra i T20 ha vinto i 200 metri giovanili correndo in 24”07 e ha colto anche il secondo posto sui 60 metri giovanili con 7”42, migliorando il suo primato di un decimo e arrivando a pari tempo di Raffaele Di Maggio, che è il campione mondiale paralimpico giovanile dei 100 metri T20.

A fronte di tante buone notizie, giungono poi cattive notizie da due big all’esordio nel 2020. A Modena Michael Tumi non ha potuto concludere il suo 60 dopo che era schizzato davanti a tutti dai blocchi di partenza. L’infortunio muscolare è apparso subito abbastanza serio così come anche per Daniele Greco ad Ancona, che ha abbandonato la gara di triplo a causa di un dolore lancinante all’adduttore. Infine seppur frenato da fastidi muscolari, a Modena ha concluso in 6”97 il 60 della batteria Enrico Demonte.

Guarda anche...

TRIS DI FIAMME ORO A SAN SILVESTRO

di Federico Dell’Aquila Fine dell’anno all’insegna delle corse su strada sulla classica distanza dei 10 ...

“INCONTRA I CAMPIONI FIAMME ORO” 2019

di Federico Dell’Aquila Il racconto della stagione agonistica attraverso le immagini, i suoni, le emozioni ...