BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

RECORD ITALIANO PER FOLORUNSO. DOPPIA MEDAGLIA NAZIONALE PER SACCHETTO

di Federico Dell’Aquila

Questo inizio di 2019 continua a mettere in evidenza una strepitosa Ayomide Folorunso, con acuti anche di Marcel Jacobs e Roberto Bertolini e ottime prestazioni dei giovani, Nazareno Sacchetto su tutti.

Domenica 10 febbraio a Metz (Francia) Ayomide Folorunso ha realizzato la migliore prestazione italiana dei 300 metri al coperto con 37”38, polverizzando il 38”8 di Daniela Ferrian vecchio di più di 30 anni (Torino, 17 gennaio 1987). Per la terza volta in questa stagione, davanti a lei c’è solo la campionessa continentale dei 400 ostacoli Lea Sprunger (36”72). Dopo essere diventata la terza italiana di sempre sui 400 metri indoor con 52”57 – miglior crono azzurro degli ultimi 20 anni – l’atleta della Polizia di Stato risulta così la donna più veloce d’Italia sui 300 metri al coperto!

Dopo due anni sabbatici in cui si è dedicato solo alla velocità migliorandosi fino a 10”08 sui 100 metri, Marcel Jacobs è tornato al salto in lungo toccando due volte la fettuccia degli 8.05 metri nel meeting Iaaf indoor di Madrid, risultando secondo solo al campione europeo Miltiadis Tentoglou (8.23 metri).

Tornando in Italia, ad Ancona erano previsti i campionati italiani allievi (9-10 febbraio) e anche questo weekend le Fiamme Oro hanno collezionato un argento ed un bronzo. Questa volta le medaglie sono opera di un solo atleta, Nazareno Sacchetto, allievo di Gianluca Cusin, responsabile della sede Fiamme Oro di Monselice. Proprio qui c’è un impianto ristrutturato di recente dove il 18 maggio si correranno i campionati italiani assoluti dei 10 mila metri su pista, con la macchina organizzativa, capeggiata dalle Fiamme Oro, che è in piena attività. Tornando al racconto gare di Ancona, Sacchetto nella prima giornata ha vinto la sua batteria dei 60 metri in 7”07, volando poi al primato in 6”93 e cogliendo il bronzo in finale con 7”02 dietro Matteo Melluzzo (6”81) e Enrico Sancin (7”00). Il giorno dopo, Nazareno in batteria ha migliorato il suo primato sui 200 metri con 22”36, aggiornandolo ulteriormente in finale con 22”28, dove ha colto uno strameritato argento dietro Christian Previtali (22”18). I complimenti vanno a lui ed al suo tecnico!

Spostandosi ai salti, la medaglia d’oro del pentathlon allievi Lorenzo Pezzolato si è migliorato nel lungo saltando 6.71 metri (8° posto) mentre è incappato in una giornata no il giorno dopo nell’alto giungendo settimo con 1.88 metri e restando lontano da quei 2 metri che gli avrebbero regalato la medaglia. Buon ottavo posto nel salto in lungo anche per Silvia Sciurba, al primato con 5.57 metri, mentre ha concluso la sua avventura in semifinale sui 60 metri Matteo Andrioli con 7”28, migliorando comunque se stesso in batteria con 7”22. E’ stato costretto al ritiro invece Enrico Disarò nei 5000 metri di marcia.

In tema di lanci due grandi prestazioni sono state ottenute proprio a Padova allo Stadio Colbachini: il capitano delle Fiamme Oro Roberto Bertolini ha aperto il suo 2019 con 77.85 metri, misura che rappresenta il suo migliore lancio d’esordio di sempre. Nella stessa gara il giovane padovano Alessandro Ferro, allenato da Silvia Carli, ha migliorato ancora il suo primato con 58.89 metri.

(Foto di FIDAL MONTESANO/FIDAL)

Guarda anche...

FIAMME ORO E VIMM ALLA MARATONA DEL SANTO: NOMINATI I PRIMI 5 AMBASSADORS

Ayomide Folorunso testimonial del progetto, realizzato un video Padova, 5 aprile 2019 – Gianluca Cusin ...

GIORNATE DELLE SPORT DELLA REGIONE: IL BILANCIO FIAMME ORO

di Federico Dell’Aquila Dal 7 al 9 marzo si sono svolte le Giornate dello Sport ...