BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

Run-King

Avete sentito della rivoluzione in atto nel mondo dell’atletica? No?Ebbene siamo qui per questo.

Da quest’anno, infatti, verrà introdotto un nuovo e rivoluzionario criterio per classificare gli atleti,

i meeting e le competizioni internazionali. Le implicazioni sono molteplici.

È un argomento molto complicato, di cui impareremo molte delle dinamiche e delle conseguenze solo con

il suo utilizzo. Ma cerchiamo di spiegarlo a grandi line.

Verranno creati dalla IAAF dei ranking, ossia delle classifiche a punti, sia per singole specialità,

sia globali (la IAAF specifica che non unirà i risultati di uomini e donne).

Ma a cosa serve?

Servirà ad avere una classifica aggiornata, quasi in tempo reale, di tutti gli atleti e di tutte le gare

del mondo, allo scopo di stabilire con precisione chi parteciperà ai meeting più importanti e a

competizioni come Olimpiadi e Mondiali (un po’ come nel Tennis se qualcuno ha presente il meccanismo)

Ogni prestazione tecnica vale un punteggio che è influenzato e modificato da diversi fattori:

-il vento contrario è un bonus nel punteggio mentre il vento a favore sarà un malus;

-nelle gare di corsa può costituire un bonus o un malus la pendenza o la conformazione del percorso;

-la posizione finale nella gara stessa sarà un altro fattore di modifica del punteggio e tutte le competizioni sono perciò categorizzate in una classifica che, con più o meno punti a disposizione, determina l’importanza del piazzamento;

-le prestazioni rimangono valide per diversi mesi (12 o 18 in base alla specialità) e sono da considerare per la classifica i migliori risultati (in quantità variabile in base alla specialità) del periodo considerato anche se il valore della prestazione tecnica sarà minore con il passare del tempo. La media di questi punteggi costituirà il ranking score che posizionerà l’atleta in classifica .

Come sarà regolato l’accesso alle competizioni internazionali o alle gare più importanti come la Diamond League?

Sembra che l’accesso venga regolato in base alla posizione nel ranking, con una eliminazione dei minimi per le competizioni, e un accesso “di diritto” per le gare di Diamond League.

Non è esplicitato nel sito IAAF e resta perciò da vedere quanto incideranno i manager sulla partecipazione ai meeting di “seconda fascia” o fino a che livello di meeting la posizione del ranking garantirà l’accesso alle competizioni.

E se dovesse infortunarsi un grande atleta qualche mese prima dell’evento?

Sembra anche qui che sarà prevista una specie di wild card che garantirebbe l’accesso, a fronte di una

prestazione singola che sia sufficientemente competitiva (una specie di minimo riservato agli acciaccati).

Ecco una piccola infarinatura di quello che dovrebbe essere il nuovo e rivoluzionario aspetto del nostro sport; vi aggiorneremo non appena verranno rilasciate indicazioni ufficiali.

Intanto, se siete curiosi di leggere le classifiche Iaaf, cliccate sul seguente link: WORLDRANKINGS

 

Di Domenico Fontana

 

Guarda anche...

LE GIORNATE DELLO SPORT A MONSELICE

di Federico Dell’Aquila Si sono concluse lo scorso weekend le Giornate dello sport, a cui ...

IL SOSTEGNO ALLA RICERCA PARTE DALLA PADOVA MARATHON!

di Federico Dell’Aquila Sono stati più di 150 gli iscritti al team VIMM/Fiamme Oro che, ...