BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Carli Silvia - Fiamme Oro Atletica

Silvia Carli

di Domenico Fontana

Da quanto tempo fai parte della famiglia fiamme oro?

Sono stata arruolata il 07 Novembre 2005. Quest’anno sono dieci bellissimi anni che faccio parte di questa famiglia.

Quale momento o titolo della tua carriera da atleta cremisi preferisci?

Il ricordo più vivo ed emozionante sono i Campionati Italiani Assoluti di Grosseto nel 2010. Lo definirei il momento della mia rinascita. Nei due anni precedenti ho attraversato momenti bui, sia sul piano sportivo che sul piano personale. Lavorando molto su me stessa e avendo ben chiaro ciò che volevo, ho conquistato la mia prima medaglia d’argento e, in quella stessa occasione, ho conseguito il mio record personale di mt. 55.08.

Cosa senti che ti abbiano dato questi anni di sport ad alto livello e cosa il fatto di essere in fiamme oro?

L’atletica è stata la mia vita! Mi ha accompagnata mano nella mano per questi 16 anni donandomi gioia, speranza, umiltà e Amicizia, quella vera. Con lei ho vissuto ogni tipo di emozione, dalla felicità più estrema alla delusione totale. Ma non ero mai sola, quello no! In tutto questo mio percorso, le Fiamme Oro hanno avuto un ruolo fondamentale. L’atletica leggera è uno sport individuale, ma il gruppo che si è creato negli anni è qualcosa di magico. Una grande famiglia che ha saputo darmi forza nei momenti difficili. Porterò per sempre e con grande gioia nel mio cuore, il ricordo di questi anni meravigliosi e, con loro, TUTTI i compagni di squadra che mia hanno accompagnato in questa indimenticabile parentesi di vita. È stato un orgoglio indossare la maglia cremisi!

Cosa ha messo fine alla tua carriera agonistica e come hai preso questo grande cambiamento della tua vita?

Ancora oggi, parlarne, mi viene un nodo alla gola, anche se non ho niente di cui rimproverarmi, perché ho voluto provarci fino alla fine…

Ho dovuto smettere di lanciare il giavellotto perché ho avuto due gravi infortuni alla spalla di lancio.

2 anni fà ho subito una lussazione anteriore ed una rottura completa del tendine sovraspinato con conseguente intervento chirurgico. Poi, purtroppo, le cose non sono andate come speravo… Sono tornata a lanciare dopo una lunga riabilitazione, ma alla terza gara di stagione, quest’anno, la spalla si è lussata di nuovo. In quel preciso momento ho realmente capito che non avrei mai più potuto fare quel particolare gesto tecnico. Proprio per questa presa di coscienza, vivo con molta curiosità e serenità tutti i cambiamenti che stanno avvenendo nella mia vita anche grazie ai compagni di squadra e della nazionale che mi sono stati vicini, in particolar modo il neo-capitano e grande amico Roberto Bertolini che quest’anno è tornato a dominare la sua specialità e in occasione del titolo italiano mi ha dimostrato la sua vicinanza dedicandomi la vittoria. Il ruolo che ho ora mi piace molto e mi sta già dando diverse soddisfazioni. Chissà… Magari si chiude una porta e si apre un portone! :-)

Cosa farai ora per la squadra?

Se prima la mia vita era allenarmi, ora alleno. :-) Seguo i ragazzi del Centro Giovanile delle Fiamme Oro, soprattutto nel settore dei lanci. È il mio primo approccio in questa veste, ma la passione per questo sport mi fà vivere con entusiasmo questa nuova avventura.

Che cosa vorresti trasmettere ai tuoi ragazzi per la loro carriera futura?

A mio parere, i ragazzi, prima di tutto, devono divertirsi. Sono ancora molto giovani ed hanno ancora tanta strada da fare, sia nello sport che nella vita. Vorrei contribuire a renderli delle persone migliori, con valori inossidabili che porteranno avanti non solo praticando l’atletica leggera. Tutti questi anni “sportivi” mi hanno insegnato a non arrendermi davanti alle avversità, mi hanno resa una persona umile e mi hanno insegnato a credere fino in fondo a ciò che si vuole ottenere. Ecco, se riuscirò a trasmettere questi valori, sono sicura che i ragazzi sapranno affrontare il loro futuro al meglio.

Come ti vedi di qui a 10 anni?

Sono sempre stata una persona che vive intensamente il presente, anche se, naturalmente, ho molti progetti futuri. Ho cominciato questo nuovo percorso da poco, ma mi impegnerò, negli anni, a rimanere aggiornata per poter seguire al meglio i ragazzi in maniera specifica, con la speranza che la mia passione assieme alla loro tenacia, possano portare a grandi cose future. Non so cosa mi attenda, ma ciò di cui sono certa, è che vivrò e lavorerò per poter essere una donna serena e realizzata.

Guarda anche...

c ita cles 2016 - Fiamme Oro Atletica

Ferro d’Oro ai Campionati Italiani Cadetti

di Federico Dell’Aquila Ottime notizie giungono dai campionati italiani cadetti per Regioni, che si sono ...

Stefano Candiotto - Fiamme Oro Atletica

Italiani Cadetti: è record di partecipazioni per le Fiamme Oro

di Federico Dell’Aquila Si avvia alla conclusione la stagione su pista e, come da tradizione, ...