BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Statuto dei Gruppi Sportivi Fiamme Oro

Statuto Gruppi Sportivi Fiamme Oro

 

Art. 1

La Polizia di Stato agevola la pratica dell’attività sportiva che è parte integrante dell’addestramento ed elemento di formazione professionale del personale.In tale ottica, viene affidata, ai Gruppi Sportivi della Polizia di Stato Fiamme Oro, la promozione dello sport come strumento di tutela della salute e prevenzione delle patologie legate alla specifica attività istituzionale della Polizia di Stato.I Gruppi Sportivi della Polizia di Stato Fiamme Oro curano, altresì, l’attività sportiva a livello agonistico, svolta nell’ambito della Polizia di Stato, per l’accrescimento del prestigio dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza e per la conservazione del patrimonio sportivo nazionale. L’impegno sociale e la politica di inclusione caratterizzano Io spirito che accompagna tutte le iniziative, attuate dai Gruppi Sportivi della Polizia di Stato Fiamme Oro, di promozione dello sport sul territorio nei confronti dei giovani ritenuti interlocutori privilegiati dei principi del rispetto delle regole e di legalità che da tale attività promanano. ·I Gruppi Sportivi “Polizia di Stato- Fiamme Oro”, di seguito denominati “Gruppi Sportivi”, non perseguono finalità di lucro.

 

Art. 2

I Gruppi Sportivi persegliono gli scopi, di cui all’art. l del presente Statuto, attraverso l’avviamento allo sport dilettantistico di soggetti che dimostrino particolari attitudini agonistiche, l’organizzazione di appositi corsi di addestramento e formazione del personale della Polizia di Stato alla pratica sportiva e la diffusione, sul territorio, della cultura dello sport e dei principi in essa contenuti.In particolar modo, i Gruppi Sportivi si prefiggono:

  1. a)  l’esercizio e la promozione della pratica sportiva, nell’ambito della Polizia di Stato, anche come strumento di tutela della salute;
  2. b)  l’esercizio, la diffusione e la propaganda delle discipline olimpiche ovvero degli sport che abbiano attinenza con il servizio d’istituto;
  3. c)  la formazione ed il perfezionamento degli atleti e dei tecnici nelle varie discipline sportive e specialità;
  4. d)  l’organizzazione e la partecipazione a gare nazionali ed internazionali;
  5. e)  la promozione e l’attuazione di varie iniziative connesse allo sport, tra cui l’apertura di sezioni giovanili, soprattutto nelle zone disagiate che richiedono interventi di recupero e inclusione sociale, mirate ai giovani;

          f)  la gestione diretta di impianti sportivi della Polizia di Stato, ovvero di proprietà di enti pubblici.

Per lo svolgimento delle attività agonistiche, i Gruppi Sportivi sono tenutial rispetto del D.P.R. 28 ottobre 1985, n. 782, dei principi e delle norme dell’Ordinamento sportivo nazionale ed internazionale, di cui al Decreto Legislativo 23 luglio 1999, n. 242, e successive modifiche, nonché alla vigente Convenzione tra il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Per l’attuazione del punto a) del presente Statuto, possono essere organizzati appositi corsi di preparazione atletica, rivolti al personale della Polizia di Stato, organizzati e gestiti dai Gruppi Sportivi. Il contegno e la disciplina dei tesserati devono conformarsi ai doveri morali e al decoro propri dell’appartenente alla Polizia di Stato.

 

Art. 3

I Gruppi Sportivi fanno capo al Dipartimento della Pubblica Sicurezza ovvero all’Ufficio Coordinamento delle Attività dei Gruppi Sportivi della Polizia di Stato – Fiamme Oro, di seguito denominato U.C.A.G.S., presso cui hanno la sede centrale.II Dipartimento della Pubblica Sicurezza esercita, attraverso l’U.C.A.G.S., il coordinamento e la direzione, a livello nazionale, delle attività dei Gruppi Sportivi. II colore sociale dei Gruppi Sportivi è il cremisi.La Divisa di rappresentanza del personale dei Gruppi Sportivi è stabilita dal Decreto 31 dicembre 2015, del Sig. Capo della Polizia- Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.

 

Art. 4

Per Io svolgimento delle attività istituzionali e per il riconoscimento della attività sportiva svolta- ai sensi dell’articolo 90, Legge 27 dicembre 2002, n. 289, e del vigente Statuto CONI – i Gruppi Sportivi sono affiliati al CONI attraverso le Federazioni Sportive Nazionali e riconoscono le Organizzazioni sportive affiliate · al Comitato Internazionale Olimpico, impegnandosi a rispettarne Io statuto, i regolamenti e le disposizioni. Le modalità di affiliazione dovranno comunque tener conto delle peculiarità dell’assetto ordinamentale della Polizia di Stato, derogando, ove necessario, alle disposizioni previste per i comuni sodalizi sportivi.

 

Art. 5

I Gruppi Sportivi sono articolati in Settori, che racchiudono varie discipline sportive, in cui opera personale dei ruoli della Polizia di Stato.All’interno di ciascun Settore e per ogni disciplina sportiva, possono essere costituite delle Sezioni giovanili in cui svolgono attività i soggetti di cui all’articolo 2 del presente Statuto. Presso ogni Settore può essere costituita la Sezione paralimpica, a cui sono assegnati gli atleti paralimpici tesserati ai Gruppi Sportivi in forza di apposita convenzione con il Comitato Italiano Paralimpico. L’istituzione, il trasferimento di sede e la soppressione dei Settori e delle Sezioni giovanili sono disposte con decreto del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.

 

Art. 6

Sono organi dei Gruppi Sportivi il Presidente ed il Consiglio Direttivo. Il Presidente dei Gruppi Sportivi è il Direttore dell’U.C.A.G.S., il quale assume altresì la carica di Presidente di ogni Settore ovvero di ogni disciplina. La Vice presidenza del Settore o disciplina è assunta dal Dirigente dell’Ufficio o Reparto in cui gli stessi sono incardinati, o suo delegato. Il Consiglio Direttivo è costituito dal Presidente dei Gruppi Sportivi, dai V ice Presidenti dei Settori o discipline, dai Direttori delle due Sezioni dell’U.C.A.G.S., dai Coordinatori di Settore e dai Direttori tecnici. Il Presidente può emanare, anche in via permanente, delega esecutiva a ciascun Vice Presidente di settore per le incombenze amministrative legate ai rapporti con le Federazioni Sportive Nazionali, fermo restando quanto previsto dall’articolo 2 del regolamento esecutivo dei Gruppi Sportivi.

 

Art. 7

I Gruppi Sportivi operano con l’osservanza del Regolamento di Servizio dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 28 ottobre 1985, n. 782, delle procedure amministrativo – contabili previste dall’apposito Regolamento approvato con Decreto del Ministro dell’Interno del 6 marzo 1997 e delle altre disposizioni adottate per l’esercizio delle attività sportive e di promozione di cui al presente Statuto.

 

Art. 8

I Settori dei Gruppi Sportivi e le relative Sezioni giovanili hanno sede presso gli Uffici o Reparti della Polizia di Stato, di cui all’unita tabella. Al fine dì attuare compiutamente la promozione dello sport sul territorio ed in relazione agli indirizzi fissati nel presente Statuto, con particolare riferimento alla politica di inclusione sociale, i Gruppi Sportivi potranno ubicare le Sezioni giovanili su tutto il territorio nazionale, presso impianti sportivi della Polizia di Stato ovvero di Enti pubblici.

One comment