BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

#UNCUORECREMISI La crescita etica oltre a quella sportiva – Edizione 2019

di Federico Dell’Aquila

Stamattina presso la Sala Paladin di Palazzo Moroni a Padova si è svolta la conferenza stampa di presentazione di “#UNCUORECREMISI La crescita etica oltre a quella sportiva, progetto delle Fiamme Oro di atletica leggera che promuove lo sport inteso sempre più come fenomeno sociale ed economico, giunto quest’anno alla terza edizione.

Ha moderato l’incontro Sergio Baldo, il direttore tecnico e coordinatore del gruppo sportivo padovano, che, introducendo l’argomento, ha ricordato come siano stati 16 gli appuntamenti del 2018 e più di 6000 le persone coinvolte. Sergio Baldo ha quindi dato la parola al padrone di casa Diego Bonavina, Assessore allo Sport di quel Comune di Padova che ha sposato fin da subito “#UNCUORECREMISI, fornendo patrocinio al progetto.

«Ci eravamo lasciati nell’Aula Magna del “Marconi” per il funerale del vostro giovane atleta dicendoci che dovevamo continuare a vivere nella presenza di David Cittarella. Lo stiamo facendo qui con i vostri atleti, cuore pulsante dell’attività sociale del gruppo sportivo della Polizia di Stato. Con voi Fiamme Oro e in accordo con Assindustria Sport stiamo pensando ad alcune iniziative per continuare a far vivere David sia nel corso della maratona del 28 aprile che nel Meeting internazionale di Padova.  Relativamente alla “Corri per Padova” – che coinvolge direttamente Comune di Padova e Polizia di Stato – ho alcune idee per puntare ad aumentare integrazione e socialità coinvolgendo i più deboli, proprio in accordo con il vostro progetto. Presto vi sapremo dire».

C’è stato quindi il saluto del Vicario del prefetto di Padova Raffaele Ricciardi che ha parlato dell’utilità dello sport sano per migliorare come cittadini.

Ha preso quindi la parola il vicario del Questore di Padova, Claudio Mastromattei, già vicepresidente vicario delle Fiamme Oro di atletica leggera, che ha ringraziato il Questore per aver delegato lui a presenziare, sapendo quanto è legato alle Fiamme Oro.

«ll mio cuore è cremisi. Il progetto ha iniziato a prendere forma quando c’ero io e sono contento che si sia poi concretizzato con il mio successore qui al mio fianco (Giuseppe Maria Iorio, n.d.r.). Tornando a David ho ancora vivo il ricordo del discorso della sorella Egle, che ci ha emozionati tutti, dando un messaggio estremamente positivo. Sarò sempre grato a questi tecnici Fiamme Oro che giornalmente lavorano per la crescita etica dei nostri ragazzi».

Ha quindi fatto il suo intervento il comandante del 2° Reparto Mobile Giuseppe Maria Iorio, vicepresidente vicario delle Fiamme Oro di atletica leggera.

«UNCUORECREMISI nasce dalla pancia delle Fiamme Oro. Il suo pilastro è la formazione dei nostri ragazzi e delle nostre famiglie: anche i nostri Camp sono sì svago e divertimento ma soprattutto formazione, autogestione e disciplina.  Vogliamo contribuire a creare una società diversa e creare i cittadini del futuro, la società di riferimento. Siamo la Polizia di Stato e il nostro valore aggiunto è proprio questo. Siamo attivi nel sostegno della ricerca e della donazione, tutti valori che ci appartengono come Polizia di Stato».

Il Presidente del CONI Veneto Gianfranco Bardelle ha sottolineato come la forza dello sport italiano sia la base, le 150 mila società sportive – 10 mila nel Veneto – che aiutano a fare formazione, partendo dalle scuole.

Sergio Baldo ha poi lanciato le tre giornate dello sport che vedranno le Fiamme Oro protagoniste da domani fino a sabato nel Comune di Monselice, con i mezzi della Polizia di Stato che andranno a prendere a scuola i ragazzi per portarli in campo a fare attività con i tecnici cremisi sulla rinnovata pista. Proprio qui il 18 maggio saranno ospitati i Campionati italiani su pista dei 10 mila metri, organizzati dalle Fiamme Oro in collaborazione con il Comune e i Podisti Monselicensi.

Queste le parole di Giorgia Bedin, Assessore allo Sport dei Comune di Monselice: «Stiamo facendo squadra per organizzare tutto al meglio. Sarà un evento molto importante per la Città, con l’appuntamento anche della 6 x 1 ora oltre che i campionati italiani dei 10 mila metri. Quando si parla di Fiamme Oro siamo sicuri di investire suoi valori dello sport. Il 18 maggio si comincerà alle 11.30 e si finirà nel tardo pomeriggio con i campionati italiani dei 10 mila».

Ha preso quindi la parola l’Assessore allo Sport di Asiago Franco Sella, località in cui tradizionalmente si tengono raduni della marcia e del mezzofondo e dove le Fiamme Oro hanno deciso di organizzare il loro Camp dedicato all’endurance.

«Siamo davvero contenti che ogni anno le Fiamme Oro siano sul nostro Altopiano perché lasciano sul territorio qualcosa di importante grazie alla qualità dei loro tecnici e della loro organizzazione. La crescita dell’atleta nasce anche dalla crescita dell’attività sportiva di base che noi promuoviamo con il progetto “Più sport a scuola, diritto allo sport” da quasi 15 anni».

E’ stato dato spazio poi ai partner delle Fiamme Oro. Filippo Ciampa del VIMM (Fondazione Biomedica Avanzata) ha ricordato come sia stata lanciata la campagna Rigeneriamo i nostri muscoli! che ha come testimonial la campionessa delle Fiamme Oro Ayomide Folorunso, bronzo lo scorso weekend agli Europei indoor di Glasgow con la staffetta 4×400 metri. La campagna si propone di raccogliere 5.000 euro da destinare al gruppo di ricerca del VIMM che vuole combattere il fenomeno della perdita di massa muscolare. Si può donare attraverso la rete del dono al link: https://www.retedeldono.it/it/f/45687. Nel corso della maratona di Padova il 28 aprile ci sarà un gruppo Vimm-Fiamme Oro per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla ricerca, gruppo a cui ci si può iscrivere (https://www.fondbiomed.it). Sulla maglietta è presente l’hastag #davidpersempre, in ricordo di David Cittarella.

Paola Baguera dell’ADMO Padova ha ricordato come siano tanti gli atleti che hanno conosciuto la donazione, che non è assolutamente dolorosa. Ha quindi augurato tanto successo agli atleti cremisi, sia come sportivi che come donatori.

Gianni Mazzuccato dell’AIC Veneto ha evidenziato come non esistano cure o medicine contro la celiachia e come l’unica cura sia non ingerire cibi con glutine. Anche chi ha intolleranze può ottenere grandi risultati, l’atleta delle Fiamme Oro Desirée Rossit lo dimostra (1.97 metri di salto in alto)!.

Ha preso quindi la parola il team manager di Assindustria Sport Ruggero Pertile, che ha dichiarato come la collaborazione con le Fiamme Oro faccia onore alla sua società di appartenenza, lanciando il Trofeo David Cittarella, gara giovanile allievi-juniores in occasione del Meeting internazionale di Padova (16 luglio). Ha poi enunciato l’obiettivo di Assindustria Sport: costruire i giovani di oggi che siano i campioni di domani, non solo nello sport ma anche nella vita.

In chiusura ha preso la parola Silvia Rizzi, psicologa, Psicoterapeuta, psicologa ufficiale Fiamme Oro Atletica, che il 19 febbraio ha tenuto presso il 2° Reparto Mobile la Conferenza: Alleni la mente o alleni il lamento?, serata che ha fatto sold out tra le famiglie degli atleti del settore giovanile Fiamme Oro. Rivolgendosi agli atleti, la Dott.ssa ha ricordato come lo sport sia spietato e che sia necessario trovare l’agio nel disagio e allargare la propria zona di comfort agonistica fisica e mentale, dotandosi di strumenti di Mental Training per nutrire il “lupo dinamico, determinato e resiliente che c’è in noi”.

Il saluto finale è ai supporters del progetto #UNCUORECREMISI: NonSoloSport e Argos Connect Energy e Grafica VenetaArianna Zabeo di NonSoloSport ha sottolineato come la fiducia sia totale nelle Fiamme Oro, poiché credono fortemente nel progetto che rappresenta la vera essenza dello sport. L’amministratore delegato di Argos Connect Energy Nicolò Capuzzo che ha sottolineato come nelle conferenza si sia parlato di passione, entusiasmo e famiglie, valori che condivide anche Argos Connect Energy e che rappresentano il cuore pulsante dell’azienda.

Sul finale il comandante Giuseppe Maria Iorio ha chiamato a sé i genitori di David Cittarella Lilli e Gianni e la sorella Egle, ricordando come si conoscessero da quando i loro figli frequentavano la scuola materna. Il vicepresidente vicario delle Fiamme Oro di atletica leggera ha ringraziato Lilli e Gianni per aver riconosciuto nelle Fiamme Oro un punto di riferimento, Fiamme Oro che sono sì un mondo sportivo ma anche un insieme di regole.

«David rispettava le regole fino in fondo e sapeva chiedere scusa. Lilli e Gianni avete fatto un bellissimo lavoro con vostro figlio e noi abbiamo fatto il resto: insieme abbiamo reso David un ragazzo davvero unico».

Il progetto ha il patrocinio, oltre che del Comune di Padova, di: FIDAL, CONI, Regione Veneto, Comuni di Jesolo, Asiago, Monselice.

Guarda anche...

BOGLIOLO E FOLORUNSO: ECCO LE NOSTRE CAMPIONESSE!

di Federico Dell’Aquila E’ una chiusura con il botto per l’atletica quella delle Universiadi di ...

#DAVIDPERSEMPRE: AL MEETING DI PADOVA IL TROFEO CITTARELLA

di Federico Dell’Aquila Neanche sei mesi fa il terribile annuncio della morte improvvisa di David ...