BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

VITTORIE PER RIVA E SACCHETTO, PIAZZE D’ONORE PER ZANATTA E DE MARCO

di Federico Dell’Aquila

Due vittorie, un secondo e un terzo posto tra gare internazionali su strada e campionati italiani cadetti su pista: è questo il bilancio del weekend di gare targato Fiamme Oro.

Domenica 8 ottobre nella mezza maratona di Treviso hanno dettato legge gli atleti cremisi grazie all’emergente della specialità Pietro Riva, 20 anni, che ha vinto con autorità in 1h04”55, tempo che rappresenta il suo nuovo primato.

«Volevo un tempo sotto 1h05’ e ce l’ho fatta. A dir la verità potevo fare qualcosina di meglio perché tra il 12° e il 15° chilometro il keniano Kipkoech che era davanti con me è andato in difficoltà e il ritmo è calato. In quest’occasione ho atteso un po’ troppo, forse, prima di accelerare e andarmene».

Nel suo futuro c’è sicuramente la maratona ma per ora l’obiettivo è migliorarsi in pista. A ruota dietro di lui è giunto il veterano del gruppo sportivo della Polizia di Stato Paolo Zanatta, trevigiano di Volpago del Montello (1h06”06), che ha corso con il lutto al braccio per la morte del papà.

«Mi è stato vicino sempre nelle gare…ieri era con me. Grazie anche a lui sono riuscito a finire secondo e a ottenere il mio nuovo primato».

Restando in tema di strada a Rennes, in Francia, nell’incontro internazionale giovanile fra Italia, Francia e Portogallo, Laura De Marco è terza tra le under 20, con il suo nuovo primato di 36’39”, contribuendo significativamente al secondo posto a squadre dell’Italia femminile under 20. Davanti a lei si sono piazzati solo la francese Rollin (35’23”) e l’azzurra Michela Cesarò (36’30”).

Spostandosi a Cles, ai campionati italiani cadetti su pista si sono ben comportati i sei atleti Fiamme Oro che hanno gareggiato con la maglia del Veneto. Da segnalare su tutti la prestazione di Nazareno Sacchetto, secondo frazionista e campione italiano con la staffetta 4×100 metri veneta, che si è aggiudicata l’oro sulla Lombardia. Il cronometro ha dato ragione al Veneto per un solo centesimo (43″33 vs 43″34) grazie all’ottima prestazione di Sacchetto e alla strepitosa ultima frazione del veneziano Guglielmi Federico – già campione italiano degli 80 metri – partito con un ampio distacco poi rimontato centimetro su centimetro sul lombardo Maffezzoni. Pochi minuti prima lo stesso Sacchetto aveva ottenuto un buon sesto posto nella gara individuale dei 300 metri piani nella finale corsa in 36”87 (36”58 in batteria nella giornata di sabato).

Sesto posto anche per il multiplista Lorenzo Pezzolato nell’esathlon (4215 punti) a cui non basta un miglioramento di quasi 100 punti per agguantare il podio. Decimo e undicesimo posto per Silvia Mason e Silvia Sciurba rispettivamente nel giavellotto (37.07 metri) e salto in alto (1.55 metri). Diciassettesimo Enrico Disarò nei 5 km di marcia (25’21”) mentre David Cittarella incappa in una giornata no e conclude con tre nulli nel giavellotto.

Nella foto la staffetta 4×100 metri del Veneto con Rizza Leonardo, Sacchetto Nazareno (secondo da sinistra), Grimaldi Giulio, Guglielmi Federico (Foto Fidal Veneto).

Guarda anche...

MEMORIAL LUIGI PUNTEL

di Federico Dell’Aquila Si avvicina un altro weekend di cross, con la corsa campestre “Per ...

CORRI LA MEZZA…ALLE TERME

di Federico Dell’Aquila Edizione n. 2 di “Corri la mezza…alla Terme”, gara nazionale su strada ...