BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
albufeira - Fiamme Oro Atletica

Yeman Crippa sul tetto dell’Europa

di Federico Dell’Aquila

E’ tra i migliori specialisti continentali del cross in circolazione e ieri lo ha confermato. Yeman Crippa ha vinto la Coppa Europa per club di cross ad Albufeira, in Portogallo, gara assoluta di 9,7 chilometri in cui le Fiamme Oro hanno duellato con i migliori team continentali. Crippa ha concluso la gara in 30’04”, rifilando 40 metri circa al secondo Rabah Aboud – che ha chiuso in 30’14” – e al terzo Ayad Lamdassem (30’33”).

La gara si snodava su un anello di 1,8 km con la presenza di alcuni tratti sabbiosi difficili da affrontare e di due salite rese ancora più impegnative dal vento che soffiava contrario. Crippa ha gestito la gara da campione, stando tra la terza e la quinta posizione e poi ha attaccato al momento giusto quando mancavano 300 metri circa all’inizio dell’ultimo giro, a 1,5 km dalla fine insomma!

«E’ partito sornione e poi ha dato un bello strappo, prendendo subito 30 metri. Ha tenuto poi il vantaggio per tutta la gara, riuscendo a finire forte con 40 metri di vantaggio sul secondo. E’ stavo bravo!» – rivela Alessandro Briana, responsabile delle Fiamme Oro del mezzofondo, presente ad Albufeira al seguito della squadra con gli altri atleti Paolo Zanatta, François Marzetta, Pietro Riva, Simone Gariboldi e Andrea Sanguinetti. Ma com’è andata la loro gara?

«Paolo Zanatta è partito abbastanza tranquillo ma è riuscito ad inserirsi in un bel gruppetto, chiudendo al 29° posto in 31’27”. François Marzetta ha iniziato forte per scongiurare il pericolo di scivolare dato che qui, agli Europei juniores di cross del 2010, era caduto, compromettendo la gara. Poi è rimasto stabile attorno alla 40ͣ posizione finché, a 600 metri dall’arrivo, ha sentito una fitta al polpaccio e ha dovuto rallentare, concludendo la sua prova per la squadra. Prima dell’infortunio era 100 metri dietro Zanatta, sull’arrivo si è ritrovato a 2 minuti…» –

François Marzetta alla fine ha concluso all’88° posto (34’18”). Pietro Riva è andato in difficoltà dall’inizio ma, per l’infortunio alla fascia plantare che ha subito, si sapeva che la sua autonomia era limitata.

«Forse ha pagato anche l’emozione di rientrare alle competizioni in un contesto così importante per la squadra ma c’è da dire che ha avuto seri problemi di vesciche al piede sinistro, giungendo sull’arrivo con la scarpa insanguinata (57° in 32’43”, n.d.r.) Peccato anche per Gariboldi che stava facendo la sua gara ma, dopo 2,5 km, ha sentito una fitta al polpaccio e ha dovuto ritirarsi».

La classifica finale a squadre vede alla fine le Fiamme Oro al 10° posto con 175 punti. Al seguito c’era anche Andrea Sanguinetti che è voluto venire a sue spese per sostenere i compagni e che ha dato un mano al tecnico delle Alessandro Briana nella gestione degli atleti.

Guarda anche...

albufeira - Fiamme Oro Atletica

La Fortezza in Fiamme (Oro)

di Domenico Fontana Un clima mite anche in inverno, una scogliera a strapiombo sull’oceano atlantico, ...

Poker d’assi Fiamme Oro

di Federico Delll’Aquila Inizia a decollare la stagione invernale 2017, con gli atleti Fiamme Oro ...